Portale Trasparenza Cittā di Imperia - ASSEGNO DI MATERNITÀ DEL COMUNE NON CUMULABILE CON ALTRI TRATTAMENTI PREVIDENZIALI

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

ASSEGNO DI MATERNITÀ DEL COMUNE NON CUMULABILE CON ALTRI TRATTAMENTI PREVIDENZIALI

Responsabile di procedimento: Lacqua Vilma
Responsabile di provvedimento: Cane Stefania
Responsabile sostitutivo: Puglia Rosa

Descrizione

E’ un assegno che la madre non lavoratrice può chiedere al Comune di Imperia per la nascita del figlio oppure per l’adozione o l’affidamento preadottivo di un minore di età non superiore ai 6 anni (o ai 18 anni in caso di adozioni o affidamenti internazionali).
La madre lavoratrice può chiedere l’assegno se non ha diritto all’indennità di maternità dell’Inps oppure alla retribuzione per il periodo di maternità. Se l’importo dell’indennità o della retribuzione è inferiore all’importo dell’assegno, la madre lavoratrice può chiedere al Comune l’assegno in misura ridotta.

Spetta a:

Cittadine italiane o comunitarie residenti in Italia al momento del parto o ingresso in famiglia del minore adottato/affidato;
cittadine non comunitarie residenti in Italia al momento del parto o ingresso in famiglia del minore adottato/affidato in possesso di uno dei seguenti titoli di soggiorno:
• carta di soggiorno;
• permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.

Il figlio di cittadina non comunitaria nato all’estero deve essere in possesso dello stesso titolo di soggiorno della madre.
In alcuni casi particolari, se la madre non può richiedere l’assegno, il beneficio può essere richiesto, a seconda dei casi, dal padre del bambino, dal genitore della madre, dall’adottante, dall’affidatario preadottivo o dall’affidatario non preadottivo.

L’assegno di maternità spetta a condizione che i redditi ed i patrimoni posseduti dal nucleo familiare della madre al momento della data della domanda di assegno non superino il valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) applicabile alla data di nascita del figlio (ovvero di ingresso del minore nella famiglia adottiva o affidataria).
 

La domanda deve essere presentata, su apposita modulistica,  al Comune di Imperia necessariamente entro sei mesi dalla nascita del figlio o dall’ingresso in famiglia del minore adottato/affidato.

Con Determinazione dirigenziale n. 1225 del 7.11.2016 ad oggetto "Parità di trattamento nell'ambito degli istituti di "sicurezza sociale". Riconoscimento dell'assegno di maternità e dell'assegno per nuclei famigliari numerosi ai cittadini extracomunitari non in possesso del permesso per "soggiornanti di lungo periodo", è possibile accogliere le istanze anche delle cittadine extracomunitarie non lungosoggiornanti.

Chi contattare

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
30 giorni (per istruttoria pratica)/Tempi previsti dall'INPS per erogazione beneficio

Costi per l'utenza

L’assegno è pagato dall’Inps dopo che il Comune ha trasmesso tutti i dati della madre necessari per il pagamento.

Riferimenti normativi

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: non previsto
Contenuto inserito il 31-05-2019 aggiornato al 13-07-2020
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Viale Matteotti, 157 - 18100 Imperia (IM)
PEC protocollo@pec.comune.imperia.it
Centralino 0183 7011
P. IVA 00089700082
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su:
Il progetto Portale della trasparenza č sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it